Al momento stai visualizzando Ferruccio Bedendo, il professore rossazzurro

Ferruccio Bedendo sbarca a piazza Esposizione a 25 anni, nel 1931, in quella che si rivela un’annata interlocutoria per i rossazzurri, di cui le sue prestazioni sono l’unica nota lieta.

Soprannominato ”il professore” per la somiglianza del suo gioco a quello del grande Viri Rosetta, diventa nel corso degli anni il regista della difesa del Catania in cui non si limita a fare il compitino di terzino, ma imposta il gioco coordinando l’intera fase difensiva e diventando uno dei beniamini dei tifosi del campo di piazza Verga che lo chiamano ”Uccio”.

Le migliori soddisfazioni le prende durante la guida di mister Kertész, centrando la Serie B, la prima della storia rossazzurra, nel 1934 e continuando con grande continuità negli anni di cadetteria.

Lascia la città dopo la sfortunata e per certi versi controversa retrocessione nel 1937.

Il suo score di ben 171 presenze in partite ufficiali lo posiziona nei primi venti posti dei rossazzurri più presenti di sempre.

Ferruccio Bedendo

 

 

 

Pubblicità e comunicazione costituiscono il suo lavoro. Tenace appassionato di storia e di pallone rossazzurro. Attento e scrupoloso studioso delle fonti, trasferisce su carta una quantità sterminata di aneddoti dimenticati. È uno degli autori del libro "Tutto il Catania minuto per minuto".