Al momento stai visualizzando Buby Koenig, un bomber al Catania

Engelbert Koenig, detto “Buby”, è un viennese diventato tedesco a 18 anni dopo l’anschluss del 1938.

Inizia la carriera nel First Vienna. Due anni dopo raggiunge il padre allenatore in Italia, trovando posto nelle giovanili della Fiorentina ed esordendo in Serie A.

Nel 1941 l’allenatore Kertész lo vuole fortissimamente in rossazzurro; con la maglia etnea Koenig dimostra eccezionali capacità acrobatiche e balistiche che ne fanno il capocannoniere del torneo di C con 18 reti in 23 match.

Purtroppo le sue prodezze non bastano per riportare il Catania in Serie B, in un’annata che si caratterizza per la discontinuità della squadra, grande favorita del torneo alla vigilia, probabilmente svantaggiata dagli eventi bellici che finiscono per colpire perfino lo stadio Cibali (ormai intitolato ad Italo Balbo).

L’anno successivo va alla Lazio, poi dopo un passaggio a Genova torna al Messina, restando in Sicilia – innamorato di questa terra – anche dopo il ritiro sino agli anni Settanta.

Engelbert Koenig può essere considerato il più completo attaccante del primo quarto di secolo rossazzurro, sino all’arrivo di Ghiandi a metà anni Cinquanta.

Elgelbert Koenig con la maglia del Catania

 

 

 

Pubblicità e comunicazione costituiscono il suo lavoro. Tenace appassionato di storia e di pallone rossazzurro. Attento e scrupoloso studioso delle fonti, trasferisce su carta una quantità sterminata di aneddoti dimenticati. È uno degli autori del libro "Tutto il Catania minuto per minuto".