Al momento stai visualizzando Catania femminile: Il Frosinone tramortisce un Catania groggy con 4 reti

Non c’è due senza tre” in questo fine settimana disgraziato per i colori rossazzurri che, dopo il pari con l’Ancona che elimina i ragazzi della primavera di Biagianti dalle finali del torneo, e la sconfitta di Avellino che estromette dai playoff di Serie C gli uomini di Mister Zeoli, vede le atlete di Mister Peppe Scuto surclassate dal Frosinone col secco risultato di 0-4 in quel di Nesima.

Le rossazzurre, forti del positivo 0-0 imposto domenica scorsa alla capolista Vis Mediterranea a domicilio, contavano di concedere il bis casalingo, se non qualcosa in più, contro la diretta rivale della compagine avellinese sopracitata, ma così non è stato.

La squadra guidata dal trainer Foglietta passa in vantaggio al 17′ con un colpo di testa a parabola di Makulova sugli sviluppi di una punizione, e sempre da calcio piazzato scaturisce al minuto 23′ la seconda marcatura: dopo una serie di passaggi e azioni manovrate dalle ciociare in area rossazzurra, è la temibile Tata a fare centro.

Rossella Tata, la forte giocatrice della squadra ciociara, autrice di una doppietta, controllata da Cammarata e Di Stefano. (ph Sergio Capizzi)

 

Una terza rete è annullata alla formazione ospite per una carica su Papaleo, mentre al primo minuto di recupero arriva il gol beffa da tre quarti campo di Bevilacqua che intercetta un errato rinvio della difesa rossazzurra e con un perfetto pallonetto manda in bambola Trentadue.

Nella seconda frazione di gioco sempre Frosinone avanti e gol al minuto 12 ancora ad opera di Tata, lasciata sola in area. Il Catania prova in maniera confusa con un tiro di Sciuto da buona posizione, sparato alto sopra la traversa, a tentare il gol della bandiera, ma la porta di Ruotolo, poco impegnata per la scarsa capacità delle etnee di arrivare sotto rete, rimane inviolata.

Carlotta Sciuto, che ha tentato la rete della bandiera nel secondo tempo, stretta nella morsa di due avversarie. (ph Sergio Capizzi)

Sono giunti comunque dagli spalti scroscianti applausi all’indirizzo delle ragazze rossazzurre al termine della sfida contro la società laziale, suggello di un campionato condotto al di sopra dell’obiettivo salvezza programmato ad inizio stagione. Nel prossimo turno il team catanese chiuderà la stagione in trasferta contro Montespaccato, con l’augurio e l’impegno (si spera), da parte della dirigenza rossazzurra, di alzare l’asticella del traguardo da raggiungere nell’anno venturo.

Campionato nazionale femminile Serie C- Girone C 2023-24

29a giornata, 26-05-2024, Campo di Nesima.

Catania-Frosinone 0-4

Catania: Trentadue; Pietrini (6’st Vitale), Papaleo, Barbarino, Gaglio, Fiorile (23’st Lanteri), Ferlito (16’st Musumeci), Di Stefano (39’st Russo), Sciuto, Cammarata, Gattuso (34’st Basilotta). Allenatore Peppe Scuto.

Frosinone: Ruotolo, Silvi (49’st Mendolicchio), Cacchioni, Bevilacqua (39’st Palmigiani), Sgambato (20’st Zorzetto), Tata, Makulova, Spagnoli, Stibel, Natali (43’st Conti), Zavarese (45′ Bartolini). Allenatore Francesco Foglietta.

Arbitro Bassetti di Lucca; Assistenti Testaì di Catania e Quattrotto di Messina.

Reti: 17’pt Makulova, 23’pt Tata, 46’pt Bevilacqua, 12’st Tata.

Ammonita Lanteri

In copertina: le rossazzurre si dirigono sotto la tribuna per ricevere gli applausi dei propri tifosi. (Ph Sergio Capizzi)

 

 

Nato in una domenica da trasferta quando Luvanor riuscì a segnare in quel di Pisa, è un collezionista di materiale calcistico in particolar modo rossazzurro. Gregario di “Quelli del '46”, ama raccontare aneddoti curiosi che riguardano la storia del Catania.