Al momento stai visualizzando Di Carmine firma il millesimo gol casalingo in C del Catania

La bomba all’incrocio dei pali di Samuel Di Carmine che è valsa l’1-0 del Catania contro il Brindisi ha un sapore molto particolare: è il millesimo gol casalingo rossazzurro tra Prima Divisione, Lega Pro e Serie C, C1 e C2. È stato fondamentale per rilanciare le speranze catanesi dopo il record negativo delle otto sconfitte nel girone d’andata e per far conoscere al Massimino tutti i nuovi acquisti del mercato di gennaio. C’è un filo che lega il primo, il 250º, il 500º e il 750º gol etneo nel suo fortino in Serie C…

1º: BOSSO. La prima rete del Catania in C (all’epoca chiamata Prima Divisione) è firmata da Luigi Bosso. Nato il 4 aprile 1910, proveniente dalla Braidese, Bosso era un interno di centrocampo, voluto dal mister Antal Mally. All’esordio in campionato, il 28 settembre 1930 nella prima partita ufficiale nel nuovo stadio di piazza Verga, sblocca il risultato al 12’ contro la Gladiator di Santa Maria Capua Vetere. Bavazzano ruba palla a Ghezzi, smista un filtrante verso Verova che passa a Pulzoni che scatta sulla fascia. L’ala crossa al centro e Bosso stoppa di sinistro e tira un bolide di destro, superando Pedotti. La partita si chiude 3-1 e Bosso ne disputa appena altre cinque segnando un’altra rete, prima di lasciare la squadra.

Catania 1930-1931
Il Catania 1930-1931 [foto Marino – Popolo di Sicilia – archivio TCMPM]

250º: KOENIG. Al 71’ di Catania-Brindisi 6-0 si completa la doppietta dell’austriaco Engelbert Koenig: la squadra di Géza Kertész prova a inseguire una vetta di Serie C che non raggiungerà mai. Il 15 febbraio 1942 è stata segnata così la rete casalinga numero 250 del Catania in terza serie. Nato a Vienna l’8 ottobre 1919, Koenig scende in Sicilia proveniente dalla Fiorentina in cerca di spazio. Vince la classifica marcatori e poi diventa presenza fissa alla Lazio negli anni più duri del conflitto mondiale, chiudendo poi la carriera a Messina.

Catania-Brindisi 6-0 1942
15 febbraio 1942 Catania-Brindisi 6-0 [archivio TCMPM]

500º: POLENTA. La rete numero 500, che ci crediate o no, è giunta in uno dei precedenti contro il Brindisi. L’ha firmata Adriano Polenta al 65’ di Catania-Brindisi 2-2 del 20 settembre 1987 e vi rimandiamo all’articolo di Piero Armenio per i dettagli. Il difensore Polenta, marchigiano di Osimo, nato il 4 febbraio 1958, è stato capitano e bandiera rossazzurra dal 1984 al 1989, toccando le 177 presenze con 13 gol.

Adriano Polenta Catania
20 settembre 1987, il secondo gol di Polenta nel match contro il Brindisi [foto Tano Zuccaro – La Sicilia – archivio TCMPM]

750º: MARINO. L’esperienza di Umberto Marino in rossazzurro non è stata memorabile: 11 presenze e 4 reti nella Serie C1 2000-’01, in quel deludente girone d’andata che sarebbe stato raddrizzato da un ultimo scorcio di campionato eccezionale. Il 1º ottobre 2000 al Cibali arriva il Messina per un derby dominato dalla squadra di Ivo Iaconi. S’inizia con l’incornata di Recchi, poi proprio Marino serve un assist perfetto a Muntasser. Nel secondo tempo, al 73’, sempre l’ex attaccante dell’Ancona trasforma una punizione perfetta di sinistra, all’incrocio dei pali. La partita finisce; Marino verrà ceduto tre mesi dopo alla Vis Pesaro e il Catania centrerà i play-off. L’attaccante napoletano tornerà poi nel 2001-’02, per appena tre partite nella stagione del rientro in cadetteria.

Gol di Marino in Catania-Messina 4-0
1º ottobre 2000: il gol di Marino in Catania-Messina 4-0 [archivio TCMPM]

In copertina: il gol di Samuel Di Carmine, in una foto di Nino Russo per CalcioCatania.com.

 

 

 

Giornalista e insegnante d'inglese, è tra gli autori di "Tutto il Catania minuto per minuto" e varie pubblicazioni di calcio e basket.