Al momento stai visualizzando Giugliano-Catania, i precedenti

Un unico precedente

L’unica sfida al “De Cristofaro” contro i tigrotti di Giugliano risale al giorno d’Ognissanti del 1998. Si disputa il nono turno di C2 e i ragazzi di Pierino Cucchi sarebbero chiamati a dar seguito al successo esterno (1-2) ottenuto a Nardò sette giorni prima.

L’organico costruito per la promozione diretta paga qualche inciampo ad inizio stagione (la sconfitta di Chieti per 1-0 alla sesta giornata) ma sembra ingranare dopo la vendemmia casalinga contro il Frosinone (5-2) e il già citato successo in terra salentina. Il Giugliano, come il Nardò, è matricola frizzante della Quarta Serie e difatti i rossazzurri pagano dazio al “De Cristofaro”: Cucchi schiera Lugnan ed Esposito in avanti con Cicchetti, Gennaro Monaco, Furlanetto e capitan Di Dio in difesa. I gialloblù inseguono per tutta la gara la rete del vantaggio contro un Catania sulla difensiva. Quando il risultato ad occhiali sembra prendere corpo, il signor Palanca di Roma assegna all’80° un penalty ai padroni di casa, prontamente trasformato dall’eterno Campilongo.

Con i tre cambi già esauriti (Alessandro Costa è in campo da sei minuti al posto del fumantino Lugnan) c’è un’unica via: buttarsi all’attacco. A tre minuti dal fischio finale, la fortuna aiuta gli audaci, si materializza un altro calcio di rigore, stavolta ad usufruirne sono gli ospiti. Sul dischetto si presenta Pietro Tarantino, roccioso mediano che rinverdisce la tradizione dei palermitani amati a Catania. Il numero 8 non sbaglia e trafigge Mezzacapo, 1-1 e tutti a casa con il Giugliano che assapora ma non gusta il successo contro il forte club siciliano e quest’ultimo che si frega le mani dopo una trasferta rivelatasi dura.

Poco male perché Giugliano è il terzo comune più grande di tutta la Campania e con oltre 120.000 abitanti è uno dei comuni più popolosi d’Italia nonché l’unico così grande a non essere insignito dello status di Capoluogo di Provincia.

Il tabellino

Giugliano-Catania 1-1 (0-0)
01/11/1998 –
9ª giornata Serie C2 Girone C 1998/99

GIUGLIANO: Mezzacapo, Bocchino, Rogazzo, Monti, Grasso, Farineli, Pisani, Cerbone, Fecarotta (10° s.t. Campilongo), Iscaro (10° s.t. Barbini), Bozzetti (32° s.t. Spanò).

CATANIA: Bifera, Cicchetti (6° s.t. Del Giudice), Di Dio, Di Julio, G.Monaco, Furlanetto, Brutto, P. Tarantino, Lugnan (29° s.t. A.Costa), Marziano, R.Esposito (22° s.t. Ripaldi).

RETI: 35° s.t. Campilongo su rigore (G), 42° s.t. P. Tarantino su rigore (C).

ARBITRO: Palanca (Roma).

 

In copertina: la pagina de “La Sicilia” con la cronaca della partita.

 

 

 

Cutelliano di "lungo corso" (7 anni), poi universitario a lettere moderne. Ha fatto radio quotidianamente dal 2005 al 2010 e poi a spicchi negli anni seguenti. Film calcistici del cuore: "L'arbitro" (2013) con Stefano Accorsi e "Il presidente del Borgorosso F.C.".