Al momento stai visualizzando Catania femminile: Basilotta chiama, Esposito risponde. Pari casalingo contro l’Independent Napoli

Dopo la rovinosa caduta di domenica scorsa in Campania contro la Salernitana, il Catania femminile ritrova il proprio pubblico in un pomeriggio alquanto afoso, affrontando l’Independent Napoli, quarta forza del torneo di Serie C. Le ragazze di mister Scuto partono col tipico roster iniziale con l’unica novità Anna Zappalà nel ruolo di centrocampista d’interdizione, a differenza del solito schieramento provato più volte in questo inizio di stagione con Vittoria Musumeci sulla fascia.

Pronti, via e al 3′ le etnee ottengono un calcio di punizione da fuori area. Basilotta carica il solito tiro al fulmicotone che Boccia, guardiapali ospite, non riesce a trattenere deviando semplicemente in porta il pallone che vale il vantaggio per la formazione rossazzurra.

L’Independent non ci sta e cerca insistentemente di proiettarsi in avanti con le proprie atlete innescate da Caravello, ala col numero 11 dalla quale partono spesso le azioni più importanti. È così che al minuto 23, dalla fascia destra ove opera Fiorile, viene messo un pallone in area sul quale si avventa Esposito, atleta riconoscibilissima per via della maschera protettiva, che scaraventa il cuoio in rete. Ottenuto il pari le squadre provano a forzare i rispettivi catenacci delle avversarie: al 34′ Cammarata, imbeccata da Gattuso (buona la sua partita in fase di possesso palla e di contenimento, ma troppo macchinosa nel far partire le azioni d’attacco) va vicina al gol mandando il pallone a lato del secondo palo.

Non appena decretato il fischio della seconda frazione di gioco, il direttore di gara decide di stemperare gli animi subito, mostrando il cartellino nell’ordine a Luana Pietini (1′ minuto), la blu-verde Marotti (5′) e mister Scuto al 7′, che paga con l’ammonizione il comportamento piuttosto concitato (ma comunque contenuto nei limiti) di qualche membro del proprio staff. Poco dopo Basilotta dà ai presenti sugli spalti l’illusione ottica del gol brandendo, ancora da calcio di punizione, l’esterno della rete.

Pierini Catania femminile
Capitan Luana Pietrini, tra le migliori nella retroguardia catanese, aiuta al termine dell’incontro ad alzarsi da terra Esposito, marcatrice della rete avversaria. Foto Sergio Capizzi.

 

Le napoletane provano comunque a passare in vantaggio in più occasioni, trovando però in Capitan Pietrini un traguardo insormontabile nelle chiusure. Luana al 31′ toglie infatti dai guai le proprie compagne fermando la subentrata Carnevale portatasi pericolosamente avanti, mentre l’attenta Trentadue tra i pali al 34′ para un tiro insidioso indirizzato nel “sette” da Galluccio, ripetendosi sulla stessa avversaria nell’ultimo minuto di regular time, con un’uscita prodigiosa e senza paura.

Elisabetta Trentadue a colloquio col vice di Mister Scuto; la portierina etnea con alcuni decisivi interventi ha salvato il risultato. Foto Sergio Capizzi.

 

L’equipe campana ha pure colto la traversa (parte alta del montante) al 36′ su una punizione di Russo che ha fatto tremare non poco la retroguardia catanese. Dal canto proprio le calciatrici rossazzurre non riescono a innescare Beatrice Vitale, che ha giocato molto di spola e movimento, ma è stata marcata egregiamente dalla difesa campana, e hanno tentato alcune conclusioni centralmente con tiri di Maria Di Stefano piuttosto scialbi che non hanno inquadrato il bersaglio.

Le girls etnee mantengono l’imbattibilità casalinga e domenica prossima affronteranno in trasferta la capolista Trastevere, in quella che sarà certamente una sfida insidiosa dalla quale occorrerà cercare di portare a casa un buon risultato.

 

Catania F.C. – Asd Independent Napoli 1-1

Campionato Nazionale Femminile Serie C – Girone C, 6a giornata
Catania, campo di Nesima, 15 ottobre 2023

Catania: Trentadue, Fiorile, Gaglio, Pietrini, Papaleo, Di Stefano, A.Zappalà (35’st Lanteri), Cammarata, Gattuso, Basilotta (26’st Musumeci), Vitale. Allenatore Scuto.
Independent: Boccia, Piscitelli, Marotti, Russo, Musella, Baldassarra (17’st Maddaluno), Borrelli, Galluccio, Esposito, Parretta, Caravello (23’st Carnevale). Allenatore Aielli.
Reti: 3’pt Basilotta (C), 23’pt Esposito (I)
Arbitro: Curcio (Siena)
Assistenti: Testaì e Sicali (Catania)
Ammonite: Fiorile e Pietrini per il Catania, Marotti e Baldassarra per l’Independent. Ammonito il tecnico Scuto del Catania.

 

In copertina Virginia Basilotta, autrice della rete rossazzurra, tenuta a bada da Parretta. Foto Sergio Capizzi.

 

 

 

Nato in una domenica da trasferta quando Luvanor riuscì a segnare in quel di Pisa, è un collezionista di materiale calcistico in particolar modo rossazzurro. Gregario di “Quelli del '46”, ama raccontare aneddoti curiosi che riguardano la storia del Catania.